Seguimi su:

venerdì 10 aprile 2015

Comodino romantico!

Ciao a tutte!

Sono sempre di corsa in questo periodo, perché oltre al lavoro, ho preso l'impegno di aiutare due mie care amiche a preparare comunione e cresima dei loro bambini. 

Ci tenevo però a farvi vedere un nuovo lavoretto!


In un cassetto, l'anno scorso, mentre traslocavo trovai questa.

All'apparenza una normalissima scatolina in lamiera.
Apparteneva alle caramelle Dufour sicuramente anni '70. 

La scritta era quasi del tutto sparita.
Dentro vi erano degli elastici mangiati dal tempo, tutti praticamente polverizzati.

La presi e come sempre, decisi di non gettarla.



Cercai di portar via il poco colore che vi era rimasto attaccato e diedi una mano di anti ruggine.

Poi cominciai a pensare e mi venne così un'idea.
Sul comodino di mio marito c'era solo una lampada.
Non riuscivo però a trovare null'altro da mettere.

Molte di voi capiranno quello che sto per dire. 
Ho un marito maldestro, in quanto rompe tutto quello che di fragile passa per la sua strada.

Un giorno un bicchiere, il giorno dopo un piatto etc. Quindi da molto tempo ho deciso di non mettere vicino al suo comodino e alla sua scrivania tutto ciò che si può rompere.

Così ecco l'idea. 

Una scatolina porta tutto, per il comodino della mia metà.
Passati  quindi due giorni interi, perchè si asciugasse bene l'antiruggine ho dato una mano di bianco con una punta di rosso. Ne è venuta fuori una bella tinta rosa antico. Fatta la base ho cominciato a dipingere. 

Ho preso spunto dagli alberelli che ho in giardino come bordura. 


Con un pennellino ad un pelo (così chiamato da mio marito) ho aggiunto foglioline, fiorellini e dei piccoli puntini.
Poi ho finito il tutto con la bordura in rosa antico più acceso. 

Ho dato, per fermare il colore, una mano di pittura trasparente (non brillante). Ed ecco il risultato. 

Trovo questa scatolina molto romantica. Le misure contenute poi, le regalano una finezza che sembra appartenere ad altri tempi.

Fatemi sapere che ne pensate!
Un abbraccio!

Nessun commento:

Posta un commento