Seguimi su:

martedì 24 febbraio 2015

Una mud cake particolare, per un compleanno speciale!


Per festeggiare il compleanno di una splendida amica ci vuole una torta che sia all'altezza del tutto. Non bastano la tovaglia, dai toni del rosa e bianco, i bicchieri di cristallo a calice e i piatti di antica porcellana inglese, manca...


La torta! Quindi ho cominciato a pensare a qualche cosa di molto particolare. Non volevo, infatti, il solito pan di spagna, da bagnare con liquori colorati, come non desideravo la solita panna o la solita crema.


Ho optato per una ricetta che trovai un paio di anni fa in un libro comperato al mercato di Portobello Road a Londra; è la famosa Mud Cake, rivisitata dalla sottoscritta. Le origini di questa torta sono americane, nel sud degli Stati Uniti, più specificatamente dal Mississippi. La mud cake, infatti, è un classico dolce dell'area.

Viene ricoperta di mini marshmallow e noci pecan tritate (questa noce è il frutto del pecan, albero della famiglia delle Juglandaceae, originario dell'America settentrionale, molto simile alla noce. Tra la frutta secca è la più ricca di calorie).

Qui, se vorrete,troverete ingredienti e procedimento della mia torta:


  • 200 gr di Farina di sema di grano duro
  • 250 gr di Burro
  • 250 gr di Latte
  • 3 uova
  • 400 gr di zucchero di canna
  • 150 gr di Cioccolato fondente (tavoletta)
  • 100 gr di Cacao amaro in polvere
  • Marmellata di albicocche
  • un cucchiaino e mezzo da caffè di Lievito per dolci


Ho cominciato facendo sciogliere, assieme al latte, cioccolato fondente, cacao in polvere, burro e zucchero in una pentola anti aderente.
Ho poi unito al composto farina e uova. Ho mescolato il tutto, amalgamando bene, facendo in modo che non si creassero grumi.
Ho messo la carta da forno in una teglia da 20 cm di diametro. Prima di versare il contenuto nella teglia vi ho aggiunto il lievito per dolci.
Versato il tutto nello stampo ho messo in forno pre-riscaldato a 150° per un ora.
Una volta sfornata, ho girato il tegame in un largo piatto piano e tolta la carta da forno, facendo attenzione a non romperne i bordi, ho lasciato raffreddare. Alla fine con molta cura, l'ho tagliata in due dischi. Ho farcito la base con la marmellata di albicocche, fatta in estate e vi ho appoggiato nuovamente la parte superiore.


In un secondo momento ho decorato facendo una coroncina con della frutta candita, mirtilli, more e zucchero a velo. 


Consiglio 1:
Attenzione alla cottura della torta. Non alzate i gradi del forno perchè il nome Mud, significa fango, il composto tende a risultare molto pesante. Quindi la cottura lenta a bassa gradazione fa si che il cuore non rimanga crudo. 

Consiglio 2: 
Avete della marmellata morbida, alla quale avete lasciato del liquido? Se si è quella giusta per farcire questa doppia rivisitazione mud/sacher. Se la base si impregnerà di marmellata risulterà ancora più gustosa!

Consiglio 3:
Per far si che la torta riesca al meglio cercate di adoperare una teglia a bordi alti il cui diametro sia 20 cm

Consiglio 4:
Amici vegan mi hanno assicurato che scambiando latte, uova e burro con ingredienti di origine vegetale la mud cake viene squisita!

2 commenti:

  1. Credo di essere nel blog giusto, sono riuscita a risalire a te tramite google perchè la tua 'icona dei followers non portava al blog ^_^.
    Ricambio con molto piacere...ben arrivata nella blogsfera.
    Debora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cuore Antico! Grazie di cuore, spero che i miei articoli continuino ad interessarti e a divertirti!
      Grazie del benvenuto!!!!
      Monica

      Elimina